Post partita...

38a giornata

Eccoci arrivati alla fine di uno dei campionati più lunghi e surreali di sempre, complice lo stop dovuto alla pandemia, con partite giocate a porte chiuse. Tempo di verdetti dunque, per il finale di questa stagione, con la Juventus vincitrice del campionato con 83 punti. Stagione un po' sottotono per i bianconeri, che sembra stiano perdendo lo status di squadra invincibile in Italia.

Una posizione e un punto sotto troviamo l'Inter di Conte che vince lo scontro diretto per il secondo posto con l'Atalanta, che per il secondo anno consecutivo conclude in terza posizione, dopo un stagione da record; stagione che potrebbe arricchirsi di una semifinale di Champions.

Quella che sembrava la vera antijuve finisce per posizionarsi quarta in classifica. Lazio che ha dato comunque il meglio, guidata da una super stagione di Immobile, vincitore predestinato della Scarpa d'Oro e del titolo di capocannoniere.

Raggiungono l'obbiettivo Europa sia Roma che Milan, che grazie soprattutto alle grandi prestazione dalla ripresa del campionato, si piazzano sesti. Settimo posto, invece, per il Napoli che evita i preliminari di Europa League solo grazie alla vittoria in Coppa Italia.

Super annata per il Sassuolo e per la neopromossa Verona, che perdono, però, nell'ultima giornata. Nella seconda metà della classifica troviamo le vincenti Fiorentina e Parma, seguite da Bologna, Udinese, Cagliari, Sampdoria e Torino. Per vedere la squadra che si unisce a Spal e Brescia in Serie B, abbiamo dovuto attendere l'ultima giornata che vedeva lo scontro tra Genoa e Lecce. Sono i salentini ad avere la peggio e a salutare la Serie A, complice la sconfitta a Parma.

La stagione per qualcuno non finisce qua, visti gli appuntamenti in Champions e Europa per Juventus, Napoli, Atalanta, Inter e Roma, sperando che almeno una delle due coppe torni in Italia. Per le altre squadre bisognerà aspettare la decisione della Figc per la partenza del campionato 2020/21, con date in continuo aggiornamento per la situazione dovuta al Covid.

Emanuele I.

37a giornata

Penultima giornata di campionato che vede la Juventus campione d'Italia sconfitta a Cagliari, e seguita da Inter, Atalanta e Lazio in lotta per giocarsi la seconda posizione in classifica. Nell'anticipo vincono sia la squadra di Conte, sia i bergamaschi, che vengono seguiti a ruota dai Biancocelesti in campo il giorno dopo; bisognerà attendere, dunque, l'ultima giornata di campionato per definire la classifica finale delle tre squadre, ormai matematicamente in Champions da alcune giornate.

Per quanto riguarda la zona Europa League, vince facilmente il Milan contro la Sampdoria, mentre si complica un po' la vita la Roma sul campo del Torino, che però si porta a casa comunque 3 punti fondamentali per evitare i preliminari dell'Europa League.

Goleada per Fiorentina, Verona e Sassuolo, rispettivamente contro Bologna, Spal e Genoa, che con la vittoria del Lecce sull' Udinese, rischia di essere la terza squadra a retrocedere in Serie B.

Emanuele I.

36a giornata - JUVE CAMPIONE D'ITALIA PER L'ENNESIMA VOLTA :)

© juworld.net

Abbiamo dovuto attendere la 36esima giornata per vedere l'ufficialità sull'assegnazione dello scudetto; è nuovamente la Juventus, per la nona volta consecutiva, a portarselo a casa, grazie alla vittoria sulla Sampdoria nel posticipo di giornata. Niente da fare, dunque, per Inter, Atalanta e Lazio, che ora lottano per conquistare il secondo posto; l'unica a frenare è la Dea, con il pareggio fuori casa contro il Milan, mentre vincono facilmente sia la squadra guidata da Conte, grazie alla doppietta di Lukaku, sia i biancocelesti che trovano la seconda tripletta stagionale di Immobile, che stacca Cristiano Ronaldo nella classifica marcatori e raggiunge Lewandowski in cima alla classifica per la Scarpa d'oro.

Sempre più critica la situazione del Lecce, che con la sconfitta a Bologna, si trova con un piede già in Serie B; salvezza matematica per il Torino, nonostante il pareggio con la Spal. Vincono Roma, Udinese e Parma, che, vista la loro posizione in classifica, aspettano solo più la fine del campionato.

Partita particolare al San Paolo, dove vince il Napoli per due reti a zero, contro un Sassuolo che si vede annullare quattro gol dal var, record assoluto per una singola partita.

Emanuele I.

35a giornata - ANCHE IL BRESCIA SALUTA LA SERIE A

© brescia.corriere.it

Mancano sempre meno giornate al termine del campionato, che non vede ancora una pretendente per lo scudetto, ma già due retrocessioni; la prima a scendere in campo è l'Atalanta che, battendo il Bologna con un risultato di misura, punta al secondo posto, posizione che non ha mai raggiunto nella sua storia. La sera vede lo scontro tra Milan e Sassuolo, con un'altra vittoria per i rossoneri, che dalla ripresa del campionato non hanno mai perso.

Nella giornata di mercoledì abbiamo la vittoria del Parma sul Napoli: crociati che avevano bisogno di vincere, dopo un periodo di crisi che li ha portati nella zona bassa della classifica. Pareggiano invece Inter e Torino, rispettivamente contro Fiorentina e Verona. Vince il Lecce, che condanna definitivamente il Brescia alla retrocessione, la Roma che ne fa sei alla Spal e il Genoa, ancora in lotta per salvarsi, che si porta tre punti a casa nel Derby della Lanterna contro la Sampdoria.

Posticipo che vede la clamorosa sconfitta della Juventus: la Vecchia Signora manca il match point scudetto contro l'Udinese, che, vincendo, si porta matematicamente fuori dalla zona retrocessione. Torna a vincere la Lazio di Inzaghi: biancocelesti che non vincevano dal 30 giugno e si riportano a meno due dal secondo posto. Dovremo, dunque, aspettare almeno la 36esima giornata per decretare chi si porterà a casa lo scudetto 2019/2020.

Emanuele I.

34a giornata - LA SPAL IN B

© tuttosport.it

Ancora in campo la Serie A per queste ultime giornate di campionato; non mancano le sorprese, come l┬žAtalanta fermata da un buon Verona, e le certezze: si veda il Milan che ha provato a giocare a tennis rifilando la manita ad un Bologna spaesato, forse ancora esaltato dalla vittoria sull'Inter a San Siro.

La domenica calcistica ci regala la salvezza della Sampdoria, conquistata grazie alla rimonta contro un Parma che non riesce più a vincere. Stessa sorte non ha avuto la Spal, prima squadra retrocessa matematicamente. Provano a rimanere in A per la prossima stagione anche Genoa, che vince contro il Lecce, e il Brescia, giustiziere della Spal. Vince in extremis il Napoli di Gattuso e passa facilmente, invece, la Fiorentina.

Domenica sera ha sapore di scudetto e Europa per Inter e Roma. Entrambe conquistano un punto, utile per i capitolini, un po' meno per i Nerazzurri che adesso vedono lo scudetto sempre più in mano alla Juventus. Bianconeri che si portano a casa tre punti, complice la super prestazione di Ronaldo che grazie alla sua doppietta contro la Lazio (a cui non basta il gol di Immobile), raggiunge quota 30 in campionato e 51 in Serie A, diventando il primo della storia a segnare almeno 50 gol in Italia, Inghilterra e Spagna.

Emanuele I.

33a giornata - UNA JUVE (NON) DA SCUDETTO

© corrieredellosport.it

Serie A agli sgoccioli, senza ancora un vero padrone dello scudetto, con la Juventus che per ora resta la favorita. Ci prova prima l'Atalanta con i 6 gol rifilati al Brescia, con cui batte il record di oltre 70 anni, per il numero di gol fatti in una singola stagione.

La 33esima giornata continua con il secondo pareggio consecutivo del Napoli e della Lazio, che non riesce più a vincere. 3 punti tranquilli per Fiorentina, Sampdoria e Milan. Rossoneri, che dalla ripresa del campionato sono quelli che hanno conquistato più punti con cinque vittorie e due pareggi in sette giornate. Vince, faticando, anche la Roma contro l'Hellas.

E arriviamo alla Juventus che potrebbe allungare... potrebbe, però, non sfrutta l'occasione, complice il Sassuolo, che dalla ripresa ha perso solo con l'Atalanta. Bianconeri che nel giro di 10 minuti si portano sul doppio vantaggio, facendosi però accorciare dalla squadra di casa a fine primo tempo. Come già successo col Milan, la Juve non tiene il vantaggio e si fa rimontare grazie ad un goal, il primo alla Vecchia Signora, di Berardi e alla rete di Ciccio Caputo, sempre più il migliore marcatore dei neroverdi. Ci pensa Alex Sandro a pareggiare i conti, evitando così un'altra brutta sconfitta della Juventus.

Posticipo di giornata che vede le facili vittorie da parte di Torino e Inter.

Emanuele I.

32a giornata - L'ATALANTA SFIDA LA VETTA

© ecodibergamo.it

La trentaduesima inizia Sabato 11 con la terza sconfitta consecutiva della Lazio contro un buon Sassuolo, che ora cerca un posto in Europa League. Vittoria facile sul Brescia, invece, della Roma, che ritrova il gol di Zaniolo, ritornato dall'infortunio. Serata che si conclude con lo scontro fra Juventus e Atalanta: finisce 2 a 2, con Cristiano Ronaldo che raggiunge Immobile in testa alla classifica marcatori.

Domenica pomeriggio serie di pareggi fra Fiorentina e Verona, Parma e Bologna, Cagliari e Lecce; infine le vittorie in ottica salvezza di Genoa e Sampdoria. In serata, in campo due delle squadre più in forma del momento: Napoli e Milan, con i rossoneri che non hanno ancora perso da dopo la pausa. Partita equilibrata e spettacolare, con molte occasioni da una parte e dall'altra. Stesso risultato del big match di Sabato: 2 a 2. La squadra allenata da Pioli non vince al San Paolo dalla stagione 2010/2011, anno dell'ultimo scudetto, prima del dominio Juventino.

Posticipo di giornata vede un Inter in crisi con un Torino in cerca della salvezza, ma la squadra di Conte riesce a tornare alle vittoria rimontando il gol del gallo Belotti. Il Toro è a cinque punti dal diciassettesimo posto.

Emanuele I.